Tre laghi imperdibili in Veneto in autunno

Oggi voglio presentarti tre laghi imperdibili in Veneto in autunno.

Io di questa stagione adoro i suoi colori l’arancione, il rosso, il marroncino,  i suoi profumi come quello della zucca che amo mangiare in tutti i modi sia nei dolci che nei salati e le castagne perfette con del buon vino rosso.

Ho scelto di parlarti di tre laghi imperdibili in Veneto in autunno perché penso che questa stagione li renda ancora più magici  e quindi voglio suggerirtene tre  in particolare che per me meritano davvero tanto.

Se mi segui su Instagram avrai visto che per il contest dello scatto più bello Mattia, il mio nuovo aiutante, ha deciso come tema il foliage e per questo io ti aiuterò a scegliere dove realizzare il tuo scatto a tema parlandoti di tre laghi imperdibili in Veneto in autunno.

Sei pronto a viaggiare con me?

Il primo dei tre laghi imperdibili in Veneto in autunno è il Lago di Auronzo di Cadore.

Partiamo dal Lago di Auronzo, un lago artificiale conosciuto con il nome del Comune in cui sorge: Auronzo di Cadore, in provincia di Belluno.
Una cosa che non in molti sanno è che il suo nome è Lago di Santa Caterina, lo sapevi?

Si chiama così per via del nome della Cappella che sorge nel punto in cui si trova la diga che separa le acque del Fiume Ansiei da quelle del Lago artificiale.

Il Lago di Santa Caterina ad Auronzo di Cadore è una tappa imperdibile in qualsiasi periodo dell’anno: in estate ci si può fare un bel bagno o un bel pic-nic sulle sue sponde, ovviamente rispettandolo. Per chi ama l’avventura consiglio una tappa alla vicina attrazione Fun-bob. Io ci sono stata lo scorso anno con i miei amici e ci siamo divertiti tantissimo. All’inizio lo ammetto avevo un po’ di paura ma una volta scesa avrei voluto farlo altre 100 volte.

 

Il Fun-bob scende lungo i versanti del Monte Agudo che in inverno sono una delle mete ambite per chi ama lo scii

Secondo me in questo periodo dell’anno è splendido poter fare delle belle passeggiate ammirando il foliage e scattando delle foto con vista sulle Tre Cime di Lavaredo che dal 2009 sono Patrimonio Unesco.

Cosa vedere vicino al Lago di Santa Caterina di Auronzo di Cadore.

Vicino al Lago di Santa Caterina di Auronzo di Cadore ti consiglio di visitare il bellissimo borgo di Mel, che anche per me è stata una piacevole scoperta.

Si tratta di una vera chicca, d’altronde è uno dei Borghi italiani più belli, immerso nel Borgo Valbelluna.

Il nome Mel deriva da quello del suo Castello di Zumelle, gemello all’altro di Castelvint che oggi non esiste più.

Se vieni qui non puoi perderti una visita al suo centro storico dove a spiccare sono i suoi palazzi storici come: Palazzo Zorzi la sede del Comune di Borgo Valbelluna e il Palazzo delle Contesse con il Museo Archeologico che ospita mostre ed eventi.

 

Questa è una mostra molto interessante che si è tenuta fino al 30 settembre c.a che aveva come scopo il sensibilizzare, attraverso installazioni a forma di lumaca, le persone sull’importanza del rispetto dell’ambiente.

Lo sai che che a partire dall’arco sotto al seicentesco Palazzo Pivetta si trova l’antica strada romana Karera che porta fino al paesino di Puner?

Ti consiglio di percorrerla perché sono sicura ti piacerà molto! è un po’ ripida ma ne varrà la pena.

Il secondo dei tre laghi imperdibili in Veneto in autunno è il Lago di Garda

Il Lago di Garda è in assoluto uno dei miei luoghi del cuore qui in Veneto.
Ogni volta che ci vado mi regala sempre delle emozioni diverse ma soprattutto è una continua sorpresa che non delude mai.

Sai qual’era in origine il vero nome del Lago di Garda?

Il Lago di Garda inizialmente era chiamato Benaco: una parola celtica usata per indicare i suoi promontori o corni.

Nel Medioevo si è poi passati a chiamarlo Lago di Garda o Warda cioè controllo per via dei suoi Castelli usati per controllare che non arrivassero i nemici.

Che tu sia appassionato di arte, storia, di natura o che tu preferisca conoscere un luogo a partire dai suoi prodotti enogastronomici tipici o che tu voglia scoprire il suo artigianato qui troverai veramente ciò che fa per te.

Cosa vedere vicino al Lago di Garda?

Attorno a questo splendido Lago ci sono tante chicche che meritano di essere scoperte come Borghetto sul Mincio: uno dei borghi più belli d’Italia, davvero magico. Ci sei mai stato?

Ti consiglio di andarci in questo periodo dell’anno perché per me è ancora più particolare.

Se pensi che un giorno non ti basta lo sai che qui puoi soggiornare all’interno di mulini storici?

Si tratta del “Villaggio dei Mulini” un luogo davvero unico dove rilassarsi immersi nel fruscio dell’acqua per entrare a contatto con la vera anima di questo borgo.

Se vuoi  assaporare le specialità culinarie tipiche qui troverai ciò che fa per te: diversi sono i ristorantini che propongono le bontà locali come ad esempio i tortelli del Nodo d’amore, un piatto che è legato ad una leggende che unisce il Capitano dell’esercito visconteo Malco a Silvia una bellissima Ninfa delle acque del Fiume Mincio che attraversa proprio il borgo.
Per scoprirla non ti resta che andare a Borghetto sul Mincio.

Il Laghetto di Camazzole

Ci spostiamo in provincia di Padova, precisamente a Carmignano di Brenta, nei Caraibi del Veneto, dove si trova il Laghetto di Camazzole: una vera oasi di pace immersa nella natura.

Il Laghetto di Camazzole è conosciuto dai Locali come “Busa de Giaretta” ed è un ex cava di ghiaia che ha avuto origine dalle acque del Fiume Brenta. Il suo soprannome è Caraibi del Veneto per via delle sue acque cristalline in cui in estate ci si può concedere un bel bagno ma attenzione perché l’acqua è abbastanza fredda.

Ora ti consiglio di venire a fare delle passeggiate oppure di percorrerlo in bici, lungo la Ciclabile del Brenta, ne rimarrai affascinato.

Come sempre non dimenticarti di dirmi cosa ne pensi di questo articolo, di condividerlo con chi ami e di commentare scrivendo quali altri Laghi veneti consigli di andare a visitare in autunno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 209 total views,  1 views today